Home > la poiana consiglia > Coinvolti

Coinvolti

 

E se nei vostri quartieri

tutto è rimasto come ieri,

senza le barricate

senza feriti, senza granate,

se avete preso per buone

le "verità" della televisione

anche se allora vi siete assolti

siete lo stesso coinvolti.

 

E se credete ora

che tutto sia come prima

perché avete votato ancora

la sicurezza, la disciplina,

convinti di allontanare

la paura di cambiare

verremo ancora alle vostre porte

e grideremo ancora più forte

per quanto voi vi crediate assolti

siete per sempre coinvolti,

per quanto voi vi crediate assolti

siete per sempre coinvolti.

Un gran bel Pride, quello di Genova.

Un momento divertertente e partecipato da parte di pozioni trasversali di esclusi, inclusi, ospiti e ospitanti, tutti semplicemente fieri di portare a spasso la propria idea insieme alla propria persona. E a pensarci bene 200mila persone in piazza non sono facili da portare, soprattutto di questi tempi e in assenza di colpi di stato (quantomeno) conclamati.

Sono passati 40 anni dai moti di Stonewall, per chi non conosce la storia vi consiglio di fare un giro su Wikipedia http://it.wikipedia.org/wiki/Moti_di_Stonewall e fare qualche confronto con la civilissima Italia di oggi. Mi prende lo sconforto solo al pensiero di proporre, come ha fatto Luxuria dal palco di Genova, una medaglia d’onore al merito di chi non sta zitto. Non che la signorina Maria Luisa non la valga, per carità, ma c’è da farsi qualche domanda circa le radici dell’odio, oltrechè sul fatto che una delle poche menti pensanti della sinistra italiana sia finita ai margini, seppure siano essi i margini di un baraccone impresentabile.

A proposito di baracconate, la politica di oggi ci offre su un piatto d’argento l’occasione per eccedere in modo volgare e pacchiano in ogni senso e modo, e fanculo a tutti quelli che "va bene i diritti per i gay, ma devono per forza andare in giro con le piume e il culo di fuori???". Fanculo di cuore: noi ci coloriamo per divertimento e non posso che rispettare e ammirare la cultura multiforme delle princesse. E poi, nel tempo libero, spiegatemi perchè il culo di fuori dei gay una volta l’anno per strada non va bene e quello delle minorenni nei programmi tv di tutti i giorni e nelle ville da milardari va benissimo. Anche a pagamento. E già che ci siamo, vorrei che qualcuno mi spiegasse anche perchè l’unico organo ufficiale della Chiesa che si pronuncia contro il pedonano è Famiglia Cristiana, ma questa è un’altra storia.

Tornando alla mia, mi tengo stretto il mio baraccone, che la differenza c’è e me la godo con tutto il cuore possibile.

 Mi tengo nel cuore le immagini che mi parlano di gente vera e di percorsi comuni

il discorso di apertura e l’opera di quell’uomo infinito che risponde al nome di Don Gallo,

la partecipazione di Lella Costa e la sagacia di Luxuria,

gli splendidi occhi azzurri di una trans,

il discorso coraggioso della Sig.ra Vincenzi, nonchè sindaco di Genova, fatto da un palco che scotta per la maggior parte dei suoi colleghi,

i colori di Genova, che sanno essere bellissimi, alla faccia di quello che si dice in giro…

 

 

 

 

 

 

 

Categorie:la poiana consiglia Tag:
  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...